Categories: News

Galassia dello Scultore: l’ultima scoperta in campo scientifico

L’universo ogni giorno ci stupisce con molteplici sorprese. L’ultima news della settimana è la scoperta, pubblicata sulla rivista Nature Astronomy, dell’osservazione di alcune stelle della Galassia dello Scultore, dovuta al gruppo coordinato dall’astronomo italiano Davide Massari, dell’università di Groningen, nei Paesi Bassi.

Every day the universe amazes us with many surprises. The latest news of the week is the discovery, published in the journal Nature Astronomy, about the observation of some stars of the Sculptor’s Galaxy due to the group coordinated by Italian astronomer Davide Massari of the University of Groningen in the Netherlands.

Queste stelle, circa 15, non si muovono come previsto e rischiano di mettere in crisi alcune delle principali teorie che descrivono il comportamento e la formazione delle galassie; esse mostrano un’orbita molto allungata e non circolare, come invece ci si aspetterebbe.

These stars, about 15, do not move as expected and risk crunching some of the major theories that describe the behavior and formation of galaxies; they show a very long orbit orbit, as would be expected.

Massari dichiara: abbiamo visto che queste stelle hanno una preferenza inaspettata per una direzione, cioè tendono a muoversi su un’orbita molto ellittica. E’ stata una sorpresa perché ci aspettavamo che l’orbita fosse più circolare. È la prima volta che si riesce a osservare l’orbita completa di stelle di altre Galassie, ossia il modo in cui si muovono intorno al centro della loro galassia. Finora era stato possibile solo osservare come si allontanano o come si avvicinano rispetto alla Terra. Misurare l’orbita completa di una stella esterna alla Via Lattea è infatti molto difficile perché occorrono dati relativi alla sua posizione nel corso di diversi anni. E’ stato possibile grazie al satellite Gaia, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), e al telescopio spaziale Hubble, di Nasa e Esa, che ha seguito alcune di queste stelle per 12 anni.

Massari declares: We have seen that these stars have an unexpected preference for one direction, that is they tend to move on a very elliptical orbit. It was a surprise because we expected the orbit to be more circular. It is the first time you can observe the full orbit of stars of other galaxies, that is, the way they move around the center of their galaxy. Until now it was only possible to observe how they are moving away or how they approach the Earth. Measuring the full orbit of a star outside the Milky Way is indeed very difficult because it requires data about its position over the course of several years. It was possible thanks to the Gaia satellite, the European Space Agency (Esa), and the Hubble Space Telescope, Nasa and Esa, who followed some of these stars for 12 years.

Fonte ANSA

Astrofilisassari

 

 

 

Galassia dello Scultore: l’ultima scoperta in campo scientifico
Massimiliano Scarzella

Laureato in Scienze Naturali ha sempre avuto la passione per la Natura e per la Scianza. È stato uno dei fondatori del Gruppo Astrofili Sassari nel 2009 coltivando negli anni l'Hobby per l'astronomia e l'astrofotografia.

Recent Posts

Messier 4 – M4 – Ammasso Globulare – Global Cluster

Messier 4 - M4 - (noto anche come NGC 6121) è uno spettacolare ammasso globulare di circa 75 anni luce…

4 mesi ago

Messier 3 – M3 – Ammasso Globulare – Globular Cluster

Questo ammasso è uno dei più grandi e luminosi, ed è formato da circa 500.000 stelle. È situato a una…

5 mesi ago

Messier 2 – Ammasso Globulare – Globular Cluster

Il primo ammasso globulare aggiunto al catalogo di Messier si trova a circa 37.000 anni luce dalla Terra nella costellazione…

5 mesi ago

Messier1 – La Nebulosa Granchio – Crab Nebula

La Nebulosa Granchio (nota anche come Nebulosa del Granchio o con le sigle di catalogo M 1 e NGC 1952)…

6 mesi ago

Come riconoscere gli oggetti nel cielo: dal Catalogo di Messier al Nuovo Catalogo Generale

Il Catalogo di Messier Nel 1774, un astronomo francese di nome Charles Messier, pubblicò il Catalogo degli Oggetti celesti, originariamente…

6 mesi ago

Nuove importanti sorprese nell’atmosfera di Titano: fenomeni insoliti sulla Luna di Saturno

La composizione chimica dell’atmosfera è responsabile di alcuni fenomeni ritenuti insoliti osservati su Titano. The chemical composition of the atmosphere…

7 mesi ago