Categories: Astrofotografia

La Galassia di Andromeda M31

Andromeda: caratteristiche principali

La Galassia di Andromeda

La Galassia di Andromeda fu scoperta dal persiano Abd al-Rahmān al-Sūfi nell’anno 905. Dista dalla terra 2,5 Milioni di chilometri, ed è facente parte del cosidetto gruppo locale, di cui fa parte anche la nostra Via Lattea. Le sue dimensioni sono grossomodo simili a quelle della nostra galassia e anche la sua forma a spirale. Si tratta dell’oggetto più lontano, unico non facente parte della nostra galassia che puo essere anche visto ad occhio nudo. Ovvaiamente per la visione abbiamo necessità di un cielo particolarmente scuro e privo di inquinamento luminoso. Se vi volete cimentare alla ricerca di questo splendido oggetto del cielo, volgete lo sguardo verso nord, cercando la costellazione omonima. Vi consiglio l’uso di un piccolo binocolo o di un piccolo telescopio per apprezzare almeno alcuni dettagli della sua nebulosità. Questa fotografia è stata scattata utilizzando una Canon 450d modificata verso l’H-Alfa, utilizzando uno Skywatcher da 200 con montatura NEQ6 Pro particolarmente adatta alla fotografia astronomica. Per una resa migliore della foto, ho utilizzato il metodo delle maschere con CS6, che mi ha permesso, nonstante non avessi delle foto ottimali, di poter estrarre maggiori particolari. 27 Luglio 2014 Località Porticciolo Sassari

La Post-Elaborazione: le 3 maschere.

Maschera della Galassia

Questa Maschera prodotta tramite Photoshop è stata utilizzata come filtro per ottenere una immagine della Galassia più nitida e ricca di dettagli. La sua applicazione è molto comune nella tecnica delle maschere di livello, è ottenuta togliendo completamente la saturazione colore dal RAW di partenza.

Maschera per il fondo cielo

La maschera del fondo cielo, ottenuta invertendo i colori originali del RAW di partenza serve per scurire notevolmente il cielo restituendo all’immagine finale il cielo originale. Senza una maschera fondo cielo, la foto risulterebbe decisamente più chiara a causa dell’inquinamento luminoso.

La maschera delle stelle

Questa maschera serve per donare la lucentezza stellare originale. È ottenuta tramite Photoshop oscurando le stelle e il centro galattico. Nella foto finale risulterà, al contrario, un contrasto e una lucentezza migliore.

Andromeda fotografata da Sassari

La Galassia di Andromeda da Sassari

Osservazione del 27 Agosto 2011 in Regione Taniga 200 metri s.l.m. (Sassari). Cielo a tratti nuvoloso, strumento adoperato Canon 500d non modificata con teleobiettivo 75-300 su montatura EQ5 skywatcher. Soggetto Galassia di Andromeda nella costellazione medesima. Foto pre-elaborata con Deep Sky Stacker e post-elaborata con Photoshop e Digital Photo Professional. Dati grezzi in 6 pose da 120 secondi a Iso 800 e F 5,6 più 5 Dari. Nessun Flat. Totale esposizione 12 minuti.

Astrofilisassari

La Galassia di Andromeda M31
Massimiliano Scarzella

Laureato in Scienze Naturali ha sempre avuto la passione per la Natura e per la Scianza. È stato uno dei fondatori del Gruppo Astrofili Sassari nel 2009 coltivando negli anni l'Hobby per l'astronomia e l'astrofotografia.

Recent Posts

Messier 4 – M4 – Ammasso Globulare – Global Cluster

Messier 4 - M4 - (noto anche come NGC 6121) è uno spettacolare ammasso globulare di circa 75 anni luce…

5 mesi ago

Messier 3 – M3 – Ammasso Globulare – Globular Cluster

Questo ammasso è uno dei più grandi e luminosi, ed è formato da circa 500.000 stelle. È situato a una…

6 mesi ago

Messier 2 – Ammasso Globulare – Globular Cluster

Il primo ammasso globulare aggiunto al catalogo di Messier si trova a circa 37.000 anni luce dalla Terra nella costellazione…

6 mesi ago

Messier1 – La Nebulosa Granchio – Crab Nebula

La Nebulosa Granchio (nota anche come Nebulosa del Granchio o con le sigle di catalogo M 1 e NGC 1952)…

7 mesi ago

Come riconoscere gli oggetti nel cielo: dal Catalogo di Messier al Nuovo Catalogo Generale

Il Catalogo di Messier Nel 1774, un astronomo francese di nome Charles Messier, pubblicò il Catalogo degli Oggetti celesti, originariamente…

7 mesi ago

Galassia dello Scultore: l’ultima scoperta in campo scientifico

L’universo ogni giorno ci stupisce con molteplici sorprese. L’ultima news della settimana è la scoperta, pubblicata sulla rivista Nature Astronomy, dell'osservazione…

8 mesi ago